Maladetta primavera (David Michal)

Voglia di stringerti e poi vino bianco fiori e vecchie canzoni e si rideva di noi che imbroglio era maledetta primavera Che resta di un sogno erotico se al risveglio è diventato un poema Se a mani vuote di te non so più fare come se non fosse amore se per errore chiudo gli occhi e penso a te Se per innamorarmi ancora tornerai maledetta primavera che imbroglio se per innamorarmi basta un'ora che fretta c'era maledetta primavera che fretta c'era se fa male solo a me Che resta dentro di me di carezze che non toccano il cuore stelle una sola ce n'è che mi può dare la misura di un amore se per errore chiudi gli occhi e pensi a me Se per innamorarmi ancora tornerà maledetta primavera che importa se per innamorarsi basta un'ora che fretta c'era maledetta primavera che fretta c'era maledetta come me... Lasciami fare come se non fosse amore se per errore chiudi gli occhi e pensi a me Che importa se per innamorarsi basta un'ora che fretta c'era maledetta primavera che fretta c'era lo sappiamo io e te Maledetta primavera Maledetta primavera